You are hereNotte nella fattoria, Un romantico ranocchio, Il Pescatore,L'orsacchiotto e i cacciatori

Notte nella fattoria, Un romantico ranocchio, Il Pescatore,L'orsacchiotto e i cacciatori


Notte nella fattoria

Sul selciato del porcile, dormon quattro maialini

sulla paglia nell'ovile, stan dormendo gli agnellini.

Sta dormendo nel suo letto anche l'oca Gelsomina,

solo il gallo poveretto, sveglio sta fino a mattina!

Sbuca fuori da un buchino, tutto solo e intirizzito

un simpatico topino, senza scarpe ne vestito!

Dentro al nido, bella calda, dorme papera Mafalda;

chiude un occhio piano piano pure il cane ch'è guardiano!

Fuori .... c'è la luna piena per illuminar la scena!

 

Un romantico  ranocchio

Un romantico ranocchio, compra un fiore di finocchio

che alla rana donerà intonando un cra-cra-cra.

Quell'orrenda melodia, fa scappare tutti via.

Resta solo e col finocchio, il romantico ranocchio.

 

Il Pescatore

Lancia la canna, scruta la lenza,

poi sta seduto. Porta pazienza.

Sogna una cesta, piena di carpe

escon dal lago, due vecchie scarpe!

Oggi non mangiano, brutta giornata!

Lui  si prepara: carne grigliata.

Ma nel narrare questa avventura

più di una volta ... sbaglia ..... misura!

 

La gazza

Di mangiare bricioline una gazza si accontenta

e fra rami e foglioline la bestiola è più che attenta.

Nonna Piera la tovaglia vuole mettere in bucato

quindi esce sulla soglia e la scuote sopra al prato.

L'uccellino si guadagna finalmente un bel pranzetto

senza spender proprio niente , nonna ha lindo il giadinetto!


                      

L'orsacchiotto e i cacciatori

Un segugio ed un bracchetto camminavano a bracetto

quando scorgon sotto a un pruno un piccino d'orso bruno

che, la pancia sua consola rimpinzandosi la gola.

"Stai mangiando  miele e more?" - chiede a "Bruno" il "cacciatore" -

"Se ci segui giù in paese, li la vita è più borghese;

trovi tutto e, più abbondante, puoi mangiar al Ristorante."

L'orso pensa: "Cambio vita! Non farò più l'eremita!

Scenderò giù nella valle, lascio i monti alle mie spalle."

Poi per strada lo sbadato, in un orto s'è infilato.

Ha pensato trepidante: "Forse questo è il ristorante."

Ma.....................è la casa di Anacleto, un esperto cacciatore

che con "Bruno" fa un tappeto, sui cui mangia miele e more,

bello comodo e a bracetto, col segugio e col bracchetto.

 

(testi di: Morena Paolini)